Autori a confronto

Festival della drammaturgia contemporanea

2007

progettosena-invito-2Rassegna di drammaturgia contemporanea
Promosso da Pro(getto)scena in collaborazione con TRAGOS
Teatro dei Filodrammatici – Milano
14/15/16 settembre 2007

Con il patrocinio e il contributo di:
Regione Lombardia, Cultura, Identità e Autonomie della Lombardia
Comune di Milano, Assessorato al Tempo Libero

Con il Patrocinio di:
Ministero della Formazione, dell’Università e della Ricerca – Ufficio Scolastico per la Lombardia
Provincia di Milano.

Rassegna stampa:
ANSA: comunicato
WEB: Giovani in scena al Festival di drammaturgia contemporanea – teatro.org

14 settembre 2007

“Incontro con l’autore: nuove proposte e confronto”
Intervengono: Daniela Baldassarra, autrice (Altamuta – Bari) – Geri della Rocca de Candal, autore (Milano) – Pietro Dattola, autore (Catania) – Giovanni Montanaro, autore (Venezia)- Aldo Rapè, autore (Catania) – Valerio Venturi, autore (Sanremo) – Gennaro Rega, Coordinatore progetto di scrittura drammaturgica Istituto d’Istruzione Superiore N. Machiavelli (Pioltello).

“Actor’s Studio” di Valerio Venturi.
Lettura interpretativa.
Regia di Maria Gabriella Giovannelli
Interpreti: Maria Adele Piras e Marco Rigamonti.
Segnalazioni/Premi: Segnalazione speciale per la Nuova Drammaturgia – VII edizione Tragos
Testo: Analisi del percorso di un’aspirante attrice, impegnata nel ruolo di “Ofelia”, che si trova a confrontarsi con gli insegnamenti ricevuti e che si ispirano al Maestro Stanivslaskji e la sua ansia per i momenti di sfiducia nelle capacità interpretative. La “persecuzione”, resa drammaturgicamente attraverso la voce di uno sconosciuto che telefona con insistenza, aumenta fino a togliere alla ragazza l’equilibrio necessario per affrontare un personaggio senza lasciarsi fagocitare dal personaggio stesso. Di fronte ad una indagine che tende a scavare nel profondo del proprio io, la protagonista finisce per non sapere più distinguere se stessa da colei alla quale ha imprestato voce e corpo.
Note sull’autore: Valerio Venturi nasce a San Remo nel 1979, specializzando in Storia del Cinema presso l’Università Statale di Milano. Giornalista del 1998, collabora con varie testate. Dal 2002 è direttore responsabile della rivista di cultura musicale: “The Mellophonium”. Dal 2001 è direttore informativo della Cooperativa per operatori dello spettacolo C.M.C. Attivo come musicista, autori di testi e musiche, ha suonato al Festival di Sanremo 2001 come session-man di Ronan Keating.

15 settembre 2007

“Ad un passo dal cielo – w la mafia” di Aldò Rapè”
Messa in scena.
Regia di Maria Gabriella Giovannelli
Interpreti: Marco Rigamonti.
Scene e Costumi: Stefania Barreca, Elena Colombo, Stefania Coretti, Gregorio Zurla.
Segnalazioni/Premi: 1) Segnalazione Speciale Vittorio Giavelli – VI edizione di Tragos Concorso Europeo di Drammaturgia per Giovani, intitolato alla memoria di Ernesto Calindri (Milano).
2) Premio Speciale della Giuria: “Schegge d’autore” 2005 (Palermo).
3) Premio Letterario: “Osservatorio 2005” – Sezione Teatrale (Bari).
Testo: Un uomo ormai trentenne rievoca fatti della sua vita, avvenuti quando era bambino. E’ un ricordo visto col distacco di chi si pone a guardare questo mondo da un’altra prospettiva, a metà tra il cielo e la terra. E’ proprio “ad un passo dal cielo” che il protagonista si è metaforicamente posizionato, creandosi un suo mondo parallelo. Lì ha scoperto la bellezza della libertà, l’autenticità della natura, ha conosciuto se stesso; può osservare lo scorrere della vita così som’è con le sue contraddizioni, le sue follie, le piccole gioie e nello stesso tempo può sognare un mondo pieno di cose da fare., andare alla scoperta dei piccoli segreti della vita sperando che “la b ella favola di una vita normale” possa continuare ad esistere.

Note sull’autore: Aldo Rapé è nato a San Cataldo, in provincia di Caltanisetta il 29 settembre 1976. Ha una formazione teatrale e registica ottenuta con docenti dell’Accademia Silvio D’Amico di Roma. Come autore di testi teatrali ha scritto e messo in scena: “Tutto in una notte” (cabaret); “Prendila con filosofia” (commedia brillante); “Ottomilametri” (Cortometraggio); “Un principe clown di nome …Totò”, selezionato al 7° New Contaminate Art Festival di Aversa (NA) e al III Festival Nazionale di Letteratura Comica e Umoristica di Pontedera (PI); “Ad un passo dal cielo”. Collabora col mensile “Tempolibero” di Bologna. Lavora con la Compagnia Teatrale “Prima Quinta” ed organizza rassegne e spettacoli in varie città.

“Cenci all’aria all’Università di Pavia” – Progetto a cura di allievi dell’Istituto Nicolò Maciavelli di Pioltello.
Lettura interpretativa.
Regia: Maria Gabriella Giovannelli
Interpreti: Marco Bruto, Rebecca Formaggia, Marco Rigamonti.
Segnalazioni/Premi : Segnalazione Speciale per la Nuova Drammaturgia – VII edizione Tragos
Testo. La pièce affronta la vicenda del diverbio tra due personalità del mondo della scienza del ‘700: il naturalista abate Lazzaro Spallanzani e il botanico Giovanni Antonio Scopoli. L’Abate Spallanzani era stato falsamente accusato dal suo avversario di aver sottratto per fini personali dei reparti dal Museo di cui era Direttore all’università di Pavia. Caduta ogni accusa l’abate Spallanzani aveva ordito una vendetta ai danni del suo accusatore, organizzando una beffa. La vicenda è rievocata in un caffè di Pavia da Preside della Facoltà ad un interlocutore, sostenitore dello Scopoli.
Autori:Martino Bertola, Riccardo Mondani, Andrea Bruno, Lorenzo Canizza, Luana Capussela, Raul Casadio, Ambra Civetta, Alessandra Costanzo, Chiara Cutrì, Chiara Di Dio, Andrea Di Maggio, Federico Giannuzzi, Paolo Letizia, Arianna Moranti, Laura Neglia, Alessandro Orientale, Grazia Pellicanò, Francesca Porro,Stefano Protti, Alfonso Sommella, Martina Tozzi. Coordinamento Prof. Gennaro Rega.

16 settembre 2007

“Le mani” di Gemma Gorelli.
Regia di Maria Gabriella Giovannelli
Segnalazioni/Premi: Segnalazione Speciale per la Nuova Drammaturgia – II edizione Tragos
Testo: Una donna sempre segregata in casa, un marito burbero ed un giovane perdutamente innamorato sono gli ingredienti di questa divertente pièce che non manca di un colpo di scena finale.

“E donna sarai” Di Daniela Baldassarra
Lettura interpretativa con Lavinia Anselmi, Marco Bruto, Rebecca Formaggia.
Regia di Maria Gabriella Giovannelli
Testo: E’ un inno alla donna, alla sua capacità di affermazione e di valorizzazione attraverso i secoli. Si parte da Adamo ed Eva nell’Eden, su viene catapultati all’interno di un appartamento di oggi, per tornare ad Adamo, che avendo visto in sogno il cammino effettuato nel tempo dalla donna, sente il desiderio di esternare ad Eva la sua ammirazione. E’ anche un riconoscimento a tutte le donne che nei secoli hanno saputo sopportare e soffrire in silenzio… le donne più belle del mondo.
Note sull’autore: Daniela Baldassarra, classe 1980, è laureata in lingue e letterature straniere nel 2004. Autrice di romanzi e di pièce teatrali, ha pubblicato nel 2005 “Un uomo, una storia” (Prospettiva Editrice); nel 2006 “Nessuno è la mia stella” (Prospettiva Editrice); semifinalista al Trofeo Penna D’Aurore nel 2006 con il testo: “In viaggio con lucifero”.